Cancelliamo i dati indesiderati +39.06.39754846 cyberlex.net

Cancellare Dati Personali da Google

Si possono cancellare i dati personali da Google? Che cos’è un dato personale e perché è importante che alcuni non siano presenti sul web, alla portata di tutti? Ci vorrebbe un’educazione molto più specifica, soprattutto perché potremmo condividere delle informazioni private per errore. Rimuovere le informazioni personali da Google vuol dire fare una mossa precisa: rendere privata la propria vita e proteggere la web identity.

Quali sono i Dati Personali da Non Pubblicare

I dati personali ci rendono soggetti a identificazione secondo lo stesso Garante per la Privacy, infatti, dobbiamo distinguere i dati personali che permettono un’identificazione diretta o indiretta. Inoltre, i dati rientrano in varie categorie: come convinzione filosofica, etnia o razza, religione, orientamento sessuale. Infine, esistono anche i dati relativi alle condanne penali o ai reati. In genere, è comunque vietato diffondere dei dati personali che sono relativi allo stato di salute di un individuo: il Garante per la Privacy ha espresso che bisogna garantire la dignità delle persone, in particolare oscurando determinate informazioni sul trattamento sanitario. Con “dati non personali” si intendono delle informazioni legate alle categorie di dati che non permettono di identificare una persona direttamente o indirettamente. Questa tipologia di dati, dunque, può essere condivisa e raramente sarà rimossa dai motori di ricerca.

Rimozione di Informazioni Personali da Google

Procedere alla rimozione dei dati personali da Google o dal web è possibile, sfruttando gli strumenti che i motori di ricerca mettono a nostra disposizione. Rimuovere contenuti dalla rete – siano obsoleti, notizie o che compromettono la reputazione – è possibile grazie al seguente strumento: Modulo di Richiesta per la Rimozione delle Informazioni Personali.  È Google stesso a chiarire che, per motivi di privacy, si potrebbero voler rimuovere determinati informazioni personali dal web. All’interno del modulo – che può essere compilato in autonomia o con un legale – si inseriranno gli URL in questione, la motivazione della richiesta e le parole chiave di ricerca, dette anche query.

Trattamento dei Dati Personali e GDPR

L’Articolo 13 del Regolamento Europeo ci parla del GDPR, ovvero del trattamento dei dati che vengono raccolti giornalmente su internet. Vi sarà capitato certamente di dover accettare le condizioni del trattamento dei dati: è presente su tutti i siti per legge. Ogni sito deve spiegare la finalità per cui i dati sono raccolti e deve impegnarsi ovviamente a proteggerli da eventuali data breach e problemi futuri, come i furti di identità, molto diffusi sul web. Il nostro invito è di cercare il proprio nome sui motori di ricerca e controllare quali sono le pagine indicizzate, per comprendere quali deindicizzare ed eventualmente rimuovere in futuro, appellandosi al Diritto all’Oblio.

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: