Nel caso di Deindicizzazione del Proprio Nome da un Motore di Ricerca

Si può deindicizzare il proprio nome da un motore di ricerca? La risposta è sì. In questo articolo ti spieghiamo come fare. Molto spesso capita che cercando nome e cognome di una persona su un motore di ricerca ci si possa imbattere in una serie di risultati. La SERP che, infatti, viene generata dal motore di ricerca riporta una serie di risultati collegati a quel nome, in ogni link perciò abbiamo la possibilità di trovare informazioni, dati e contenuti di ogni genere di un individuo. Spesso però, come accade il più delle volte, questi dati e queste informazioni non sono inserite dal diretto interessato ma da altre persone, che possono essere articolisti, gestori di un sito web, webmaster, giornalisti e molto altro. Capita così che una persona non avendo scelto trovi dei suoi dati personali o sensibili online, a questo punto è possibile richiederne la deindicizzazione al motore di ricerca, vediamo come è possibile farlo. 

eliminare il proprio nome da Google
eliminare url da Google
come esercitare diritto all’oblio Google
diritto all’oblio GDPR
diritto all’oblio Google
richiesta di rimozione di risultati di ricerca ai sensi della legislazione europea
eliminare URL da Google
cancellarsi da Google
eliminare risultati personali da Google
togliere notizie da Google
cancellare articoli da Google
come farsi cancellare da Google
cancellare notizie da Google
come eliminare un sito web da Google
come cancellare articoli di giornale da internet
rimuovere url da ricerca Google
rimozione da Google di informazioni obsolete
diritto all’oblio come fare
deindicizzazione
deindicizzazione del proprio nome da un motore di ricerca
deindicizzazione nome motore di ricerca
diritto all’oblio avvocato
gdpr diritto alla cancellazione
gdpr diritto all’oblio
gdpr cancellazione dati
diritto alla deindicizzazione gdpr
come rimuovere un link da Google
come eliminare da Google il proprio nome
rimozione notizie di cronaca da Google
cancellare notizie dai risultati di ricerca Google
eliminare il proprio nome dalle ricerche Google
come togliere una notizia da Google
cancellarsi da Google
rimuovere ricerca Google
rimuovere url da ricerca Google
come eliminare un sito da internet da Google
eliminare notizie da internet
come non apparire su Google
richiesta di rimozione Google ai sensi della legislazione europea
eliminare il proprio nome da ricerche Google
cancellazione eliminare risultati di ricerca

Come chiedere la deindicizzazione

Possiamo chiedere ad un motore di ricerca di cancellare determinati link, che riportano nostre informazioni personali dai motori di ricerca. Il funzionamento è molto semplice, attraverso un form, predisposto dal motore di ricerca, possiamo fare una richiesta diretta. Il team addetto andrà a controllare se è tutto nella norma e se tale link riporta realmente dei dati che possono essere sensibili o legati ad un utente. Ci sono infatti casi in cui è possibile fare questa richiesta e casi in cui la richiesta può essere rifiutata, più avanti vedremo perché. Una volta che il team ha appurato che tali link sono realmente compromettenti li deindicizza, ciò vuol dire che, ad esempio nel caso di Google, tutti gli utenti che sono presenti non solo nel territorio di residenza della persona che ha richiesto la deindicizzazione ma anche a livello europeo non potranno più accedere a determinate risorse perché non compariranno nelle SERP. Continueranno invece a comparire negli altri motori di ricerca e nei motori di ricerca legati a Google ma al di fuori dell’Unione Europea. Il webmaster, proprietario del sito deindicizzato, riceverà comunicazione da Google della decisione presa così come la persona che ha compilato il form. 

Quali sono i casi in cui non si può eseguire la richiesta?

La richiesta è sempre eseguibile, tuttavia ci sono dei casi in cui è possibile che venga rifiutata, ecco i principali motivi per cui la richiesta può essere scartata: 

  • Tali informazioni sono di un forte interesse pubblico. 
  • Motivi tecnici che ne impediscono la deindicizzazione. 
  • URL duplicati. 
  • L’utente ha a disposizione la possibilità di seguire altre strade per richiedere la cancellazione dei propri dati. 

Quando ci si trova davanti ad una richiesta scartata, la persona che l’ha eseguita può sempre fare ricorso e richiedere un nuovo esame. La richiesta non ha alcun costo ed il form per eseguirla è predisposto su ogni motore di ricerca così come previsto dall’art.17 del GDPR che tutela la privacy dei dati personali e sensibili di ogni individuo nel web.  

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: