Cancelliamo i dati indesiderati +39.06.39754846 cyberlex.net

Come rendere invisibile il proprio nome su Google

Oggi parleremo di come rendere invisibile il proprio nome su Google, una domanda molto spesso posta da utenti di ogni tipo, privati e non. Per parlare di ciò, dobbiamo prima chiederci cosa sia la deindicizzazione Google, ovvero la rimozione di un URL già indicizzato nella sua SERP e quindi già presente nei risultati di ricerca. Se vogliamo che esso non sia più visibile qui, in corrispondenza del nostro nome e cognome cercato su Google, allora possiamo procedere con la deindicizzazione. Prima di entrare più nel dettaglio, dobbiamo innanzitutto precisare che deindicizzare non è la stessa cosa di eliminare: il contenuto in questione continuerà infatti ad esistere online e nel sito di origine, ma semplicemente non apparirà più nella SERP di tutti gli utenti europei.

 

Diritto all’oblio: come richiedere la deindicizzazione di contenuti col nostro nome

È importante sapere passo passo come procedere per far sparire il proprio nome su Google, perché tramite il procedimento della deindicizzazione è possibile richiedere la rimozione dal motore di ricerca di fake news su di noi, o contenuti qualunque che possono ledere la nostra reputazione online.

Per ricorrere al diritto all’oblio, dobbiamo incontrare i criteri di base dettati dal regolamento UE 679/2018, secondo cui possiamo richiedere l’eliminazione di un link se esso è portatore di informazioni obsolete, irrilevanti o pubblicate sul web senza il nostro consenso.

In questi casi, possiamo quindi iniziare la vera e propria richiesta di deindicizzazione. Possiamo seguire una delle due seguenti strade: contattare direttamente il proprietario del sito su cui abbiamo trovato il contenuto indesiderato, anche detto webmaster, perché lui in quanto proprietario può controllare direttamente la pubblicazione, la modifica e la rimozione dei suoi contenuti; oppure possiamo contattare Google, compilando i moduli preimpostati messi a disposizione come da tutti i motori di ricerca. Nel primo caso, le probabilità che la nostra richiesta sia ignorata o respinta sono molto alte, perché la buona volontà di un singolo webmaster è difficilmente controllabile. 

Nel secondo caso, invece, anche quando non siamo certi che la nostra richiesta verrà accolta, possiamo comunque tentare perché Google non ignora nessuna richiesta, ma le analizza e le esamina tutte.

 

Contattare Google per rimuovere il proprio nome

Per intraprendere questa seconda strada, quindi, non resta che andare nella pagina di supporto di Google ed avviare la procedura. 

Come specificato in questa guida, dovrai intraprendere operazioni diverse a seconda di dove si trovano le informazioni personali che intendi rimuovere: se le informazioni compaiono solo sul motore di ricerca ma non più nel sito web di origine, dovrai compilare il modulo Google di richiesta di rimozione dei contenuti obsoleti; se i contenuti risultano sia sul motore di ricerca che sul sito di origine, contatta Google tramite il modulo di richiesta rimozione contenuti ai sensi delle leggi europee sulla privacy; se invece i risultati non compaiono più sul motore di ricerca ma solo sul sito web di origine, non potrai fare altro che contattare il webmaster del sito.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: