Cancelliamo i dati indesiderati +39.06.39754846 cyberlex.net

Rimozione di Informazioni da Google

Che siano professionali o personali non fa differenza: le informazioni che si possono trovare su Google sono di qualsiasi genere perché altrettanto vasto è il numero di indirizzi web che ospita. Perciò, con estrema facilità e senza il nostro consenso, alcuni dati sensibili possono apparire sul motore di ricerca. Come richiedere la rimozione da Google? I dati messi a disposizione sul web possono essere manipolati e utilizzati per scopi lesivi della persona e della sua reputazione pubblica, della reputazione online, nonché a fini esplicitamente criminali, come nel caso di furto, frode, minacce e pressioni a compiere atti criminali.

Come eliminare un sito da Google

In qualità di primo motore di ricerca al mondo, Google ospita decine di milioni di pagine web ed è perfettamente consapevole delle problematiche che interessano i dati degli utenti. Tuttavia, è necessario precisare che non è responsabile dei contenuti delle singole pagine web presenti nei siti: l’azienda si limita a renderle disponibili agli utenti tramite il servizio di ricerca con parole chiave. Per questo motivo, prima di rispondere a qualsiasi richiesta di rimozione di dati, Google invita l’utente a contattare il webmaster del sito web in cui compaiono i dati o le immagini sensibili chiedendone l’eliminazione. Se tuttavia la richiesta non fosse accolta o non dovesse pervenire alcuna risposta ci si potrà rivolgere a Google.

Il colosso statunitense può procedere alla deindicizzazione dei seguenti dati:

  • Informazioni personali condivise per scopi illeciti o di molestia.
  • Particolari dati d’identità, medici o finanziari a rischio di furto o frode.
  • Contenuti espliciti, pornografici falsi o di natura intima pubblicati senza il consenso dell’interessato.
  • Informazioni e contenuti personali di vario genere su siti in cui si chiede il pagamento di una somma per la loro eliminazione.
  • Contenuti obsoleti, inutili ed inesatti.

eliminare il proprio nome da Google
eliminare url da Google
come esercitare diritto all’oblio Google
diritto all’oblio GDPR
diritto all’oblio Google
richiesta di rimozione di risultati di ricerca ai sensi della legislazione europea
eliminare URL da Google
cancellarsi da Google
eliminare risultati personali da Google
togliere notizie da Google
cancellare articoli da Google
come farsi cancellare da Google
cancellare notizie da Google
come eliminare un sito web da Google
come cancellare articoli di giornale da internet
rimuovere url da ricerca Google
rimozione da Google di informazioni obsolete
diritto all’oblio come fare
deindicizzazione
deindicizzazione del proprio nome da un motore di ricerca
deindicizzazione nome motore di ricerca
diritto all’oblio avvocato
gdpr diritto alla cancellazione
gdpr diritto all’oblio
gdpr cancellazione dati
diritto alla deindicizzazione gdpr
come rimuovere un link da Google
come eliminare da Google il proprio nome
rimozione notizie di cronaca da Google
cancellare notizie dai risultati di ricerca Google
eliminare il proprio nome dalle ricerche Google
come togliere una notizia da Google
cancellarsi da Google
rimuovere ricerca Google
rimuovere url da ricerca Google
come eliminare un sito da internet da Google
eliminare notizie da internet
come non apparire su Google
richiesta di rimozione Google ai sensi della legislazione europea
eliminare il proprio nome da ricerche Google
cancellazione eliminare risultati di ricerca

Presentare una richiesta a Google

Google, infatti, non può eliminare i singoli contenuti in questione, ma può eliminare tutti i link che riportano alle pagine con i dati sensibili deindicizzandole: in questo modo, nessun utente potrà trovarle pur inserendo quelle stesse parole chiave in una ricerca. In ognuno dei primi quattro casi elencati, Google mette a disposizione un apposito modulo da inoltrare che può essere compilato anche da una persona terza autorizzata dall’utente. Nel caso di contenuti obsoleti, l’utente potrà chiedere la deindicizzazione solo per pagine già rimosse o modificate che Google continua però a restituire tra i risultati delle ricerche. In questi casi, l’utente può presentare la propria richiesta tramite l’apposito strumento Rimozione contenuti obsoleti. Google sottopone ad attenta valutazione tutte le richieste pervenute, esaminandole secondo i propri specifici parametri. In particolare, nei casi in cui ritiene prevalente l’interesse pubblico, può respingere le richieste, lasciando spazio al ricorso presso l’autorità giudiziaria o presso il Garante per la Privacy.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: